La vera origine di SARS-CoV-2 non ce la spiega il TGR Leonardo del 2015

SARS-CoV-2 è il settimo Coronavirus capace di infettare l’uomo. SARS-CoV, MERS-CoV e SARS-CoV-2 possono causare patologie severe mentre HKU1, NL63, OC43 e 229E sono associati alla comparsa di sintomi lievi (come quelli del tipico raffreddore). Di fronte a questa epidemia di proporzioni mondiali, spaventati e disorientati, andiamo in cerca di spiegazioni, siamo avidi di informazioni. La sensazione è che…

COVID-19, la presentazione gastrointestinale ed il ruolo dei probiotici

Sulla base dei dati epidemiologici è stata avanzata l’ipotesi di una possibile correlazione tra l’infezione da SARS-CoV-2 ed alterazioni del microbiota intestinale. È quanto sostenuto dagli Autori di una recente lettera all’Editore pubblicata sulla rivista Journal of Digestive Disease. È il 7 Gennaio 2020: su un paziente affetto da polmonite interstiziale viene isolato un nuovo ceppo di Coronavirus. Il Chinese Center…

COVID-19 e infiammazione cronica di basso grado

La letteratura scientifica abbonda oramai di articoli su COVID-19 (COrona VIrus Disease 2019). I dati epidemiologici relativi all’outbreak cinese ci informano sul fatto che tra i decessi la percentuale di pazienti con sindrome plurimetabolica è piuttosto alta.  La sindrome plurimetabolica è una complessa condizione clinica nella quale all’obesità addominale si associano ipertensione, dislipidemia, iperuricemia, insulino-resistenza, fegato…

Dimagrire grazie al test del microbiota intestinale

Sono ormai 20 anni che si studia la relazione tra composizione del microbiota intestinale e tendenza all’aumento di peso. Tra le scoperte fatte c’è quella che riguarda il rapporto tra Firmicutes e Bacteroidetes. L’analisi per Phylum del microbiota colonico dimostra che negli individui adulti dominano due gruppi, quello dei Bacteroidetes e quello dei Firmicutes per l’appunto….

Probiotici e difese immunitarie

Ci capita di assumerli perché ci vengono prescritti dal medico curante. Spesso li assumiamo per autoprescrizione. Tutti dicono che fanno bene, che hanno un forte impatto sulla nostra salute, che sono capaci di migliorare la funzionalità gastro-intestinale, di  potenziare le nostre difese immunitarie. Sono i probiotici. In accordo con le linee guida del Ministero della Salute,…

COVID-19: i vocaboli che usano gli esperti

Ascoltando gli esperti parlare del COVID-19 potreste aver sentito alcuni termini familiari e altri non familiari. Con l’obiettivo fornirvi gli strumenti per poter comprendere l’evolversi di questa malattia infettiva ho  messo insieme un elenco di definizioni.  Nelle prossime settimane continuerò a scrivere sull’argomento, avere un linguaggio condiviso renderà più facile la comunicazione. Tasso netto di…

Immunometabolismo e disbiosi: la nuova frontiera nel trattamento delle malattie metaboliche

I microrganismi presenti nell’intestino contribuiscono a buona parte dei processi digestivi. Alcuni batteri sono in grado di sintetizzare amminoacidi a catena ramificata: leucina, isoleucina, valina ed in particolare glicina, quest’ultima necessaria ai fini della sintesi del glutatione. Il glutatione è un potente antiossidante capace di agire in ogni distretto corporeo e di svolgere un’azione disintossicante…

KTX-0200, farmaco anti-obesità che agisce sul microbiota: a che punto è la ricerca?

L’evidenza scientifica ha fin qui dimostrato che i microrganismi che vivono nel nostro intestino svolgono un ruolo importante nel condizionare il metabolismo umano. Così, ad esempio, sappiamo che il consorzio microbico intestinale dei soggetti obesi è caratterizzato da una sovraccrescita dei batteri appartenenti al Phylum Firmicutes. Il rapporto Firmicutes/Bacteroidetes, anche noto come obesity ratio, è…

Perdita di massa muscolare, osteoporosi ed epatosteatosi sono correlate: focus sulla malattia di Kennedy

Si definisce steatosi epatica non alcolica (NAFLD, Nonalcholic Fatty Liver Disease) un ingrossamento del fegato dovuto ad accumulo diffuso di grassi neutri (trigliceridi). In corso di esame obiettivo il medico può apprezzare, specie nei soggetti magri, l’ingrandimento globale dell’organo (che peraltro ha dimensioni e forma variabili in relazione alla costituzione del soggetto) ed un *gradiente*…