Polpette di riso venere, avena, calamari, mandorle e curcuma

Seguici e Condividi Fino al medioevo nei ricettari non v’è traccia della parola “polpetta”. Compare nel secolo XV grazie al Libro de Arte Coquinaria di Maestro Martino, cuoco dell’allora Camerlengo Patriarca di Aquleia. Passa ancora qualche secolo e Pellegrino Artusi, nel manuale La scienza in cucina e l’arte di mangiare bene (1881) ce la presenta…

Tagliatelle di grano saraceno e semi di zucca con julienne verdure

Seguici e Condividi Perché preferisco la pasta fatta in casa? Uno dei ricordi più piacevoli dell’infanzia è la pasta fatta in casa della domenica e dei giorni di festa. Non ho mai imparato a *stendere la sfoglia* con la stessa abilità di mia madre o di mia nonna. Per questo ho messo via il mattarello…

Ipotiroidismo: il ruolo del microbiota

Seguici e Condividi La tiroide con la sua produzione ormonale è tra tutte le ghiandole endocrine il “master regolatore” del metabolismo. Perché possa lavorare al meglio ha bisogno dell’azione del TSH ipofisario dell’aminoacido tirosina di un adeguato apporto in iodio dell’enzima tireo-perossidasi (TPO, quella contro la quale si sviluppano gli auto-anticorpi) e del selenio (che…

Colesterolo alto: non date colpa alle uova!

Seguici e Condividi Se vi siete imposti di non consumare più di 3 uova a settimana perché temete il colesterolo siete anche voi vittima di un messaggio distorto. Sono oramai vecchie di 50 anni le raccomandazioni nutrizionali che imponevano di non assumere più di 300 mg di colesterolo alimentare al giorno e non più di…

Intolleranza alimentare all’istamina: linee guida stilate dall’Arbeitsgruppe Nahrungsmittelallergie der Deutschen Gesellschaft für Allergologie und klinische Immunologie (DGAKI) in collaborazione con Ärzteverband Deutscher Allergologen (ADA) e Gesellschaft für Pädiatrische Allergologie und Umweltmedizin (GPA)

Seguici e Condividi L’intolleranza alimentare all’istamina si può manifestare con uno spettro sintomatologico piuttosto complesso: rush cutanei, prurito, sintomi gastrointestinali quali nausea, vomito, diarrea e crampi addominali. Più raramente compaiono sintomi cardiovascolari quali ipotensione, vertigini e tachicardia. Questa condizione viene posta in diagnosi differenziale con l’orticaria, con le malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI), con la…

Prevenzione nutrizionale della calcolsi renale

Seguici e Condividi “Dolore fisso e continuo, estremamente violento e ad insorgenza acuta; con scarse variazioni di intensità e frequenti irradiazioni ai quadranti addominali inferiori fino all’area genitale”. È questa la descrizione di una colica renale. Il calcolo renale una volta formato può discendere lungo la via escretrice ostruendola. La colica è la conseguenza della…

Circa gli aspetti motivazionali dello stare a dieta e altri piccoli disastri…

Seguici e Condividi Sappiamo che la salute è legata all’alimentazione e allo stile di vita. Andando avanti con l’età, quando si perde il vantaggio legato alla giovinezza, tutti ci troviamo a fare dei buoni propositi. Piccoli dolori articolari, quel po’ di pancetta che ci vieta di vestirci come vorremmo, gli asterischi accanto ai valori ematici……

I farmaci antiacido non fanno bene ai nostri batteri!

Seguici e Condividi   Ulcera peptica, reflusso gastroesofageo e altri disordini gastrointestinali acido-correlati sono spesso trattati con inibitori di pompa protonica (PPIs, Proton Pump Inhibitors). Si tratta di farmaci che contrastano la formazione dell’acido cloridrico a livello dello stomaco e che non sono scevri da effetti collaterali. Stupisce allora il fatto che il pantoprazolo sia…

Olio di palma: che destino avrà?

Seguici e Condividi   Dal frutto della Elaeis guineensis si ricava un olio che a causa dell’alto contenuto in grassi saturi si trova allo stato solido o semi-solido a temperatura ambiente. Il basso costo e la facile conservabilità ne hanno fatto il “grasso ideale” dell’industria alimentare. “Olio di palma” è uno degli argomenti più cliccati…