L’alga spirulina… una spirale di benessere!

on

“Può dirmi qualcosa sulla spirulina?” questa la domanda di Francesca.

Si tratta di un alga azzurra unicellulare. Il nome le deriva dalla sua caratteristica forma a spirale. Il colore è di un verde intenso dal momento che la clorofilla ricopre i riflessi bluastri della policianina, il pigmento tipico delle alghe azzurre. Presente in commercio sotto forma di polvere questo super-food viene diluito in acqua in quantità variabili tra 1 grammo e 5 grammi in modo da sfruttarne a pieno gli effetti salutistici.

spirulina
spirulina

La spirulina ha i vantaggi nutrizionali offerti dalle alghe in generale. Ricchissima di omega-3 (i grassi buoni) esercita un effetto anti-infiammatorio e anti-ossidante. Gli omega-3, se presenti nella giusta proporzione nella nostra dieta, rientrano abbondantemente nella costituzione delle membrane cellulari e delle guaine che rivestono i nostri nervi (mielina) in modo da conferire alle une e alle altre una certa fluidità.

Proprio questa caratteristica è alla base del corretto funzionamento di membrane e guaine mieliniche. Quasi come in uno slogan potremmo dire che la fluidità è capacità di connessione, la capacità di connessione è vita!

la fluidità è conessione
la fluidità è connessione

Al contrario una dieta in cui abbondino i grassi saturi (quelli di derivazione animale e che si presentano solidi a temperatura ambiente) farà sì che questi prendano il sopravvento anche a livello di membrana. Alla temperatura corporea di 37°C i grassi saturi saranno certamente “meno fluidi” dei grassi polinsaturi (omega-3 e omega-6). Se ci stiamo chiedendo perché le alghe facciano tanto bene al cuore e al sistema cardiovascolare  quella della fluidità è un’ottima spiegazione!

salmone
salmone

E sapete perché i pesci sono tanto ricchi di omega-3? La domanda è retorica. I pesci, mangiando le alghe ricche di omega-3, si arricchiscono a loro volta di questi grassi buoni. E allora mangiare le alghe potrebbe essere una soluzione più economica, più ecologica e più efficace.

Del resto la spirulina oltre a contenere i grassi buoni apporta anche tutti gli aminoacidi essenziali e di fronte a questa rivelazione l’espressione super-food non sembra poi così esagerata.

L’Arthrospira platensis, questo il nome scientifico della spirulina, esercita un’azione

  1. ipolipidemica,
  2. ipoglicemica,
  3. anti-ipertensiva;
  4. antiossidante;
  5. anti-infiammatoria;
  6. e immunostimolante (in particolare promuove l’attività delle cellule Natural Killer che giocano un ruolo fondamentale nella lotta contro le patologie virali e contro quelle oncologiche).
Queste azioni simil-farmacologiche sarebbero in gran parte legate alla presenza di metaboliti secondari, in particolare ai composti fenolici, alle ficocianine e ai polisaccaridi.
Ma non è finita qui. Sembra che la spirulina in associazione con i probiotici possa esercitare un effetto benefico sulla crescita dei batteri buoni a livello intestinale. La spirulina fa bene dunque al nostro microbiota.
Per tutte queste ragioni il consiglio è quello di contemplare le alghe nella nostra alimentazione!
microbiota
microbiota

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *